logo Giornalismo Libero bianco su sfondo in trasparenza
Copertina: Stalin? Ha perso, anche se ha vinto
Stalin. Ha perso, anche se ha vinto
Cerca
Close this search box.

Le dimissioni del governo russo: una riforma legale

Vladimir Putin - ritratto

Tabella dei contenuti

Il governo russo si è dimesso in concomitanza con l’inaugurazione di Vladimir Putin come presidente. Il primo ministro Mikhail Mishustin e il suo gabinetto hanno presentato le dimissioni, come prescritto dalla legge in occasione del giuramento del nuovo presidente.

Putin inizia il suo quinto mandato presidenziale

Vladimir Putin ha prestato giuramento, avviando ufficialmente il suo quinto mandato. I ministri del governo manterranno le loro posizioni in via ad interim. Mishustin era stato nominato primo ministro a gennaio 2020, sostituendo Dmitry Medvedev.

Un nuovo approccio alla formazione del governo

La prossima 18ª formazione del governo post-sovietico russo sarà costituita in modo leggermente diverso da quella precedente. Una riforma costituzionale del 2020 conferisce al parlamento il potere di confermare ogni ministro nominato dal ramo esecutivo, anziché approvare solo il primo ministro.

Un processo di transizione ordinato

La legge prevede diverse settimane per il processo, che potrebbe concludersi con elezioni parlamentari anticipate, nel caso in cui i legislatori respingano ripetutamente i candidati per il ruolo di primo ministro. Nella prassi, le transizioni sono state regolari dal periodo della crisi costituzionale del 1998.

La selezione del nuovo governo

Si prevede che la selezione del nuovo governo avvenga rapidamente, anche se il Cremlino non ha indicato chi Putin stia considerando per la carica di primo ministro. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato che il presidente potrebbe annunciare la sua scelta più tardi nella giornata. Valentina Matvienko, alla guida della camera alta del parlamento russo, ha affermato di aspettarsi che i legislatori abbiano un elenco completo del gabinetto proposto entro il 15 maggio.

Impatto sulle figure chiave

Oltre ai membri del governo, la riforma obbligatoria coinvolge diversi altri funzionari di alto livello, come il capo dello staff presidenziale e il portavoce, il segretario del Consiglio di Sicurezza russo e i rappresentanti presidenziali nei distretti federali russi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INFORMATIVA COOKIES
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
logo Giornalismo Libero blu su sfondo in trasparenza

Accesso